in

Sampdoria, arrestato il presidente Ferrero: il club non sarebbe coinvolto

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta della procura di Paola per reati societari e bancarotta. Stando a quanto apprende l’«Ansa», la squadra non sarebbe coinvolta nelle indagini. L’uomo è stato trasferito in carcere: per altre 5 persone, invece, sono scattati i domiciliari.

leggi anche l’articolo —> Chi è Greta Beccaglia, la giornalista molestata in diretta tv fuori dallo stadio

ferrero arrestato Sampdoria

Sampdoria, arrestato il presidente Massimo Ferrero: il club non sarebbe coinvolto

La notizia è arrivata poco fa: in manette il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, produttore cinematografico, imprenditore ed ex attore italiano. Il provvedimento è giunto nell’ambito di un’inchiesta per reati societari e bancarotta. Secondo quanto si apprende, il club però non è coinvolto nelle indagini. A fermare Ferrero la Guardia di finanza: l’imprenditore è stato trasferito in carcere. Per altre cinque persone coinvolte nell’inchiesta sono stati disposti gli arresti domiciliari. Tra loro figurano la figlia di Ferrero, Vanessa, e un nipote, Giorgio. Perquisizioni, come scrive «Il Corriere», sono state effettuate in varie regioni, tra cui Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata e Calabria. Quella della magistratura calabrese non è l’unica inchiesta che vede coinvolto il patron. Pochi giorni rumors parlavano di Ferrero indagato anche dalla procura di Roma per riciclaggio e truffa. L’arresto del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, è avvenuto a Milano. Il fermo è stato eseguito dalla Gdf nell’ambito di un inchiesta della procura di Paola. Leggi anche l’articolo —> Nuoro, la droga della ‘ndrangheta nel cuore dell’Isola: operazione della Dda, 7 arresti

massimo ferrero

Chi è Massimo Ferrero?

Chi è Massimo Ferrero? Nato a Roma a Testaccio il 5 agosto del 1951, padre e fratello sono autisti di bus mentre, la madre aveva un banco nel mercato di piazza Vittorio all’Esquilino. La nonna era una soubrette dell’Ambra Jovinelli. In diverse interviste ha raccontato delle sue fughe di nascosto a Cinecittà, perché con la scuola non andava molto d’accordo. Nel 1958 il primo ruolo da comparsa, poi a 18 anni ha preso il via alla sua carriera nel mondo dello spettacolo, inizialmente come factotum e autista e poi direttore di produzione tra il 1974 e il 1983. Nel 1998 ha fondato la casa di produzione Blu Cinematografica insieme ad alcuni collaboratori conosciuti nel mondo del cinema come Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Francesco Venditti e Claudia Gerini. Il tentativo imprenditoriale però è fallito dopo il flop dei primi film. Con il Ferrero Cinemas Group gestisce circa 30 cinema nel centro di Roma, alcune delle quali acquistate da Vittorio Cecchi Gori. Il “teatro” principale è il Cinema Adriano di piazza Cavour. Nel 2009 ha acquisito la compagnia di voli charter Livingston Energy Flight. Solo un anno l’ENAC sospende la licenza di volo e poco dopo il Tribunale di Busto Arsizio dichiara l’insolvenza della compagnia aerea attivando la procedura di amministrazione straordinaria. Leggi anche l’articolo —> Grande Raccordo Anulare bloccato dagli attivisti per il clima: lunghe code e disagi

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

galli covid

Covid, le regole di Galli per un Natale in sicurezza: “Cosa evitare in famiglia”

draghi dimissioni

Stato di emergenza, il Presidente Draghi valuta di non prorogarlo più