in

Sandra Milo: età, peso, altezza, vita privata della «Regina dei sentimenti» di “Io e te”

È tra le protagoniste del programma di successo di Raiuno “Io e te”, condotto dal giornalista Pierluigi Diaco, che l’ha ribattezzata “la Regina dei sentimenti”. Stiamo parlando di Sandra Milo, tra le attrici più amate, icona del cinema italiano, musa di Federico Fellini, al quale è stata legata sentimentalmente per quasi vent’anni.

Un’icona del cinema italiano

«Nell’Italia del boom c’era la Lollo, c’era Sophia Loren e in mezzo arrivai io la Sandrocchia», ha dichiarato anni fa con la sua solita ironia Sandra Milo, all’anagrafe Salvatrice Elena Greco, nata a Tunisi l’undici marzo 1933. Ha trascorso l’infanzia a Vicopisano, un borgo medievale poco distante da Pisa, in Toscana. A 15 anni, nel 1948, si sposa con il marchese Cesare Rodighiero, dal quale si separa a 21 giorni dalle nozze, ottenendo l’annullamento della Sacra Rota. L’esordio al cinema arriva qualche anno dopo: Sandra Milo sbarca il lunario col film Lo scapolo (1955), che la vede accanto ad Alberto Sordi, maschera della romanità. E ben presto anche Sandra Milo diventa un simbolo, quello della maggiorata del grande schermo, caratterizzata da un corpo sensuale e dalla voce ingenua da bambina. A seguire tanti film di successo come Il generale Della Rovere, Adua e le compagne, Fantasmi a Roma, Il giorno più corto, Giulietta degli spiriti e, soprattutto, , premiato con l’Oscar come miglior film straniero, sul cui set conosce il grande amore: il regista Federico Fellini, all’epoca già sposato con Giulietta Masina. Una vita sentimentale travagliata, quanto appassionante quella di Sandra Milo, dopo la rottura con Cesare Rodighiero, la relazione durata undici anni con Moris Ergas (da cui è nata Deborah, giornalista televisiva) e poi l’unione con Ottavio De Lollis (con cui avrà due figli: Ciro e Azzurra), le quali portarono la diva ad allontanarsi per un periodo dalle scene e a lasciare il mondo di luci del cinema.

L’esordio in tv e l’amicizia con Craxi

Il ritorno sul grande schermo solo nel 1979: Sandra Milo recita in alcune commedie come Riavanti… Marsch!, di Luciano Salce e Tesoromio di Giulio Paradisi. Nel frattempo però Sandrocchia, come la chiamava teneramente Fellini, si dedica alla tv: dopo l’avventura di Studio Uno, grazie all’amicizia intima con Bettino Craxi, arriva su Raidue, rete televisiva all’epoca controllata dal Partito socialista italiana, secondo gli schemi della lottizzazione della Rai durante la Prima Repubblica. La Milo conduce così una rubrica nel programma Mixer di Giovanni Minoli, poi Piccoli fans, una trasmissione pomeridiana per bambini e L’amore è una cosa meravigliosa. Proprio nel corso di una puntata di quest’ultima, in diretta, Sandra Milo è vittima di uno scherzo crudele: riceve una telefonata che le annuncia che il figlio Ciro è ricoverato in ospedale vittima di un incidente. Un episodio ripreso molte volte da trasmissioni come Blob, Striscia la notizia e Target. 

leggi anche l’articolo —> Fellini e il vizio delle donne, Sandra Milo: «Era come un’ape che non trova il nettare e lo cerca altrove!»

Tutte le curiosità sull’attrice e conduttrice

Alta 170 cm per 60 kg di peso, Sandra Milo ha oggi 86 anni e conserva tutto il suo fascino. Intelligente e solare, la diva è ospite fissa della trasmissione estiva Io e te. Curiosità legate a Sandrocchia? Beh, l’attrice è stata coinvolta con l’allora marito Ottavio De Lollis e la figlia Azzurra, senza conseguenze, nella strage di Fiumicino nel 1985. Nel 1995 Sandra Milo ha affermato a una televisione privata iraniana di avere una collezione di mutandine di circa 60 000 esemplari, parole che indignarono il Governo di Teheran, che le negò il visto turistico per il transito nel paese. Grazie a un miracolo riconosciuto dalla Chiesa cattolica alla figlia, che pareva morta alla nascita, è stato portato a compimento il processo di canonizzazione di Maria Pia Mastena.

leggi anche l’articolo —> Sandra Milo a “Storie Italiane”: «Per pagare i debiti mi sono concessa ad un uomo!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Laura Chiatti Instagram: seno in mostra ma spunta dettaglio poco elegante, critiche feroci (FOTO)

lucio battisti

Lucio Battisti online: la sua musica per la prima volta su Spotify