in

Sandra Milo, un grande dispiacere a 87 anni: «lo faccio per i miei figli»

Sandra Milo, a 87 anni, lotta quotidianamente per aiutare i suoi figli. Con l’emergenza sanitaria in corso però non è facile neanche per lei, ma l’attrice non si arrende e fa di tutto per andare avanti. Sandra ha raccontato di questa sua necessità durante una lunga intervista al settimanale Nuovo. Una donna e una mamma come tante, Sandra Milo, che nonostante l’età non si arrende per poter supportare e aiutare la sua numerosa famiglia, partecipando agli eventi, calpestando red carpet e ricevendo premi importanti. Un racconto commovente che ha raggiunto il cuore dei suoi fan.

Leggi anche –> Asia Argento Sandra Milo scontro a ‘Live Non è la D’Urso’: «Va beh, questa è partita…»

Sandra Milo torna al lavoro a 87 anni per la famiglia

Durante una lunga intervista al settimanale Nuovo, Sandra Milo ha ammesso di dover continuare a lavorare a 87 anni per aiutare i figli rimasti purtroppo senza lavoro: «Ho bisogno di lavorare per mantenere i miei figli, Azzurra e Ciro, che sono disoccupati. Lui ha anche un bambino, il mio nipotino Flavio, di 7 anni, e anche mia nuora Vanessa è senza lavoro. Quindi io, che ho la fortuna di essere in salute, devo lavorare per aiutare loro. E poi se devo fare una cosa non sto lì a riflettere più di tanto: è il pensiero che mi affatica». Però l’emergenza sanitaria ha messo a dura prova anche il mondo dello spettacolo: «Mi sono trovata senza lavoro all’improvviso. Avrei dovuto debuttare a Milano con lo spettacolo “Ostriche e caffè americano”, storia di drag queen, un soggetto meraviglioso e molto felliniano. Ma a causa del covid-19 è saltato tutto. Avevo anche un film da girare e non l’ho potuto fare a causa dell’emergenza sanitaria».

Una carriera piena di successi

La carriera nel mondo dello spettacolo di Sandra Milo è stata piena di successi. L’attrice ha ricordato così uno dei tanti premi ricevuti: «15° Lucca Film Festival: altro Premio alla Carriera da mettere in bacheca, una serata bellissima, densa di emozioni per un ritorno a casa, alle mie origini. Grazie dal profondo del cuore al Presidente Borrelli in primis e poi alla mia inseparabile stylist Stefania Sciortino, alla creatrice di haute couture Maria Fiorello per il meraviglioso abito e a Giuliana Mancinelli Bonafaccia per la clutch in tono. Ho perso il conto dei premi alla carriera ricevuti nelle ultime settimane ma questo per me ha assunto un valore speciale». Poi ha concluso la chiacchierata con Nuovo parlando della Mostra di Venezia: «Che emozione stare sul red carpet della 77^ Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia 2020 per presentare Free di Fabrizio Maria Cortese come evento speciale insieme ai miei compagni di viaggio». >> Altri Gossip

putin parkinson

Putin avrebbe il Parkinson, in arrivo le dimissioni: indiscrezioni dalla Russia

ultimi sondaggi politici

Ultimi sondaggi politici, Swg: il Pd è a soli 3 punti dalla Lega