in

Media Termometro politico: il PD convince sempre di più gli italiani

Il Partito Democratico si allontana sempre di più da Fratelli d’Italia, e riesce a mantenersi saldo sul podio più alto della classifica italiana. Intanto, crolla la Lega di Matteo Salvini. A dimostrarlo sono gli ultimi sondaggi politici di oggi realizzati da Termometro Politico, che tengono in considerazione le rilevazioni di Swg, Tecnè, Euromedia e Index.

letta Quirinale 2022

Sondaggi politici oggi, le percentuali dei partiti

Ecco le percentuali che, secondo gli ultimi sondaggi, i partiti raccoglierebbero oggi se i cittadini fossero chiamati alle urne:

  • Partito Democratico: 21,1%
  • Fratelli d’Italia: 19,7%
  • Lega: 18,3%
  • Movimento 5 Stelle: 15,4%
  • Forza Italia: 8%
  • Leu: 4%
  • Azione: 3,9%
  • Italia Viva: 2,4%
  • +Europa: 1,7%

Come dimostrano i dati degli ultimi sondaggi politici di oggi, il Partito Democratico continua a crescere rapidamente e ora tocca il 21,1%. Secondo posto sul podio per Fratelli d’Italia, che riesce a rimanere abbastanza stabile e anche questa settimana chiude con il 19,7% dei consensi. Non si può dire lo stesso di Matteo Salvini e della sua Lega, che anche negli ultimi sette giorni dimostrano una reale sofferenza fermandosi al 18,3% delle intenzioni di voto. Non sale nemmeno il Movimento 5 Stelle, che da settimane ormai è bloccato a distanza e non riesce ad andare oltre il 15,4%. Al contrario, invece, ritorna a crescere leggermente il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, che ora è all’8%.

Subito dietro si posiziona Leu con il 4%, che comprende Articolo 1 – Mdp del ministro Speranza e Sinistra Italiana di Nicola Fratoianni. Seguono poi Azione di Carlo Calenda con il 3,9%, Italia Viva con il 2,4% e +Europa con l’1,7%.

ARTICOLO | Covid, Galli: «Omicron sembra efficace contro i ricoveri», poi l’avviso sui vaccini per bambini

ARTICOLO | Frajese contro Sileri: “Smettete di dire che i vaccini sui bambini non sono una sperimentazione”

Berlusconi draghi

Sondaggi politici oggi, lo scenario

Intanto, si sente sempre di più rimbombare il ticchettio delle elezioni del presidente della Repubblica. Solo qualche giorno fa, al termine della manifestazione Atreju a Roma, la leader di fratelli d’Italia Giorgia Meloni si è espressa a riguardo: “Il centrodestra ha i numeri per essere determinante per l’elezione del Capo dello Stato. Vogliamo un patriota e non accetteremo compromessi“. Un nome papabile, quindi, potrebbe essere quello di Silvio Berlusconi, un uomo che, a detta della Meloni, si è sempre speso per gli interessi degli italiani. L’altro nome sulla bocca di tutti, poi, è quello di Mario Draghi. E’ possibile, però, che si eviterà di spostarlo da un Palazzone all’altro, così da non dover ricorrere a un nuovo rimpasto o a elezioni anticipate.

Nonostante questo, comunque, quello di Silvio Berlusconi non è assolutamente l’unico nome in gara. Dalla parte del centrodestra, tra l’altro, non si esclude nemmeno la presidente del Senato Casellati.

Pare inoltre che Enrico Letta e Giuseppe Conte stiano discutendo per trovare un accordo, un candidato comune, una figura “di alto profilo morale”. “Da Conte ho sentito parole molto importanti, chi tenta l’operazione di elezione al Colle ‘alla Leone’ non ha capito il tempo che sta vivendo questo Paese”, ha commentato infatti recentemente il segretario del PD Letta. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

galli omicron

Covid, Galli: «Omicron sembra efficace contro i ricoveri», poi l’avviso sui vaccini per bambini

Locatelli draghi

Mascherine all’aperto, ma non solo: Locatelli (Cts) svela l’altra ipotesi al vaglio del governo