in

Sostegni bis, arrivano i pagamenti per le partite iva: oltre 1,8 milioni i beneficiari

Arrivano i pagamenti previsti dal Decreto Sostegni bis per le partite iva. Si tratta di un contributo finanziario per tutti quei soggetti che hanno vissuto la crisi economica a causa della pandemia. I possessori di partita iva ci hanno rimesso più di tutti e i contributi, che in realtà erano previsti per la metà di giugno, dovrebbero arrivare entro fine mese.

sostegni bis partite iva

Sostegni bis partite iva: oltre 1,8 milioni i beneficiari

Sono stati disposti i pagamenti dei contributi a fondo perduto per le partite iva che hanno sofferto di un grande calo di introiti a causa della crisi del coronavirus. I beneficiari sono tutti coloro che hanno già ricevuto un sostegno economico dal primo Decreto Sostegni. In tutto coloro che riceveranno il contributo economico per la loro attività sono circa 1,8 milioni. In totale lo stato erogherà ai contribuenti circa 5 miliardi di euro. A questi bonifici si sommano inoltre circa 38mila crediti d’imposta, per circa 166 milioni di euro, che vengono riconosciuti, sempre in via automatica, agli operatori che avevano scelto questa modalità di erogazione.

ARTICOLO | Reddito di emergenza 2021: come richiederlo e quando scade

ARTICOLO | Bonus Cultura 2021, a chi spetta e come funziona: cosa non si può fare, tutte le novità

bonus partita iva maggio

Sostegni bis partite iva: come arriva il contributo

Se ho una partita iva e ho i requisiti per ricevere il sostegno cosa devo fare? L’Agenzia delle Entrate verserà la nuova somma con la stessa modalità che il beneficiario aveva scelto per il precedente. Quindi se il cittadino aveva scelto di ricevere la quota tramite bonifico postale o bancario, l’Agenzia delle Entrate provvederà a versare il contributo con la stessa modalità. Se, invece, per il precedente contributo si era scelto l’utilizzo in compensazione, anche il nuovo contributo automatico del decreto Sostegni bis è riconosciuto sotto forma di credito d’imposta.

Uno dei requisiti per ottenere il fondo è quello di avere la partita iva aperta al 26 maggio 2021, data di entrata in vigore del decreto Sostegni bis. La misura vale per il periodo compreso dall’8 marzo 2020 al 30 giugno 2021. Il termine per il versamento della somma è il 31 luglio 2021.>>Tutte le notizie

Eugenio-fasano

Eugenio Fasano e una morte che non convince: aperte due nuove inchieste

Sallusti travaglio draghi

Sallusti ‘asfalta’ Travaglio: «È su Conte che casca l’asino…», l’enorme differenza con Draghi