in

Covid, probabile la proroga dello stato di emergenza a fine 2021

Con l’ultimo rinvio stabilito dal Governo, lo stato di emergenza dovrebbe scadere il 31 luglio 2021. Mancano 45 giorni ma ancora ci sono indecisioni da parte dei ministri. Secondo alcuni, la chiusura dello stato di emergenza è alle porte. Ma c’è chi non la pensa così. Ad esempio, il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo ritiene che la campagna vaccinale debba raggiungere la copertura di sicurezza, ossia l’80% delle persone vaccinate.

stato di emergenza covid

Stato di emergenza Covid proroga

Sono molteplici le ragioni di una possibile proroga dello stato di emergenza. Prima tra tutte la questione vaccini. Si è riaperto il caso AstraZeneca, dopo la morte di una 18enne per trombosi 10 giorni dopo la somministrazione del vaccino. Il siero è nuovamente sconsigliato sotto i 60 anni. Questo provvedimento fa si che nasca il bisogno di più dosi di Pfizer e Moderna. È necessario anche capire se ci sarà una terza dose di vaccino da fare. Da non sottovalutare anche il diffondersi della variante indiana del coronavirus: in Inghilterra le misure restrittive sono state ulteriormente prorogate.

Lo stato d’emergenza è in vigore in Italia dal 31 gennaio 2020. Rinunciare ad esso significherebbe niente più Dpcm. Via anche le restrizioni alla vita sociale nel caso si verificasse una nuova crescita dei contagi. Si scioglierebbe il Comitato tecnico scientifico e l’incarico del commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo.

ARTICOLO | Quanto è pericolosa la variante Delta? Sintomi e vaccini: cosa sappiamo

ARTICOLO | Mix vaccini, via libera dell’Aifa per gli under 60: come si riorganizzano le Regioni

riaperture dal 20 aprile

Stato di emergenza Covid proroga: l’opinione dei ministri

Segnali diversi erano arrivati negli scorsi giorni da alcuni esponenti di Governo. Il ministro della Salute Roberto Speranza aveva dichiarato che il Governo non ha ancora deciso il da farsi. Ma a suo parere: “sarebbe bello chiudere con lo stato di emergenza, dare un segnale positivo al Paese”. Della stessa opinione anche Maria Stella Gelmini, titolare per gli Affari regionali. “Non ne abbiamo ancora parlato in Consiglio dei ministri ma credo che i tempi siano maturi per chiudere la fase emergenziale e attrezzarci con gli strumenti ordinari”.

Di tutt’altro parere è Figliuolo. Secondo il commissario straordinario la sicurezza verrà raggiunta quando ci sarà l’immunità di gregge. Questo avverrà a settembre, quando l’80% della popolazione avrà ricevuto il vaccino. La previsione è per settembre ma gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. L’ipotesi più gettonata è che lo stato di emergenza sia prorogato.>>Tutte le notizie

Giovanni Di Lorenzo

Chi è Giovanni Di Lorenzo, vita privata e carriera: tutto sul noto calciatore italiano

Salvini meloni

Senza un restyling il centrodestra potrebbe fare la stessa fine del Pdl