in

Stefania Sandrelli, la verità su “La Chiave”: «Scandaloso? Girarlo è stato liberatorio»

In “Lei mi parla ancora” Stefania Sandrelli interpreta Caterina, la madre di Vittorio ed Elisabetta Sgarbi, così come è stata dipinta dal marito Giuseppe nell’omonimo libro. «All’inizio ero un po’ perplessa: l’idea di andare sul set con questo virus che gira mi faceva paura. Ma la voglia di lavorare con Pupi Avati era tanta e mi sono lasciata convincere. Io ho bisogno di fidarmi. E se mi fido mi affido», ha esordito l’attrice in un’intervista concessa a “Tv Sorrisi e Canzoni”. Una chiacchierata in cui la 74enne toscana ha ripercorso la sua carriera, svelandone alcuni retroscena. Spazio anche per il privato: la diva ha confessato che non girerebbe mai per timidezza un film sulla storia con il suo attuale compagno Giovanni Soldati.

leggi anche l’articolo —> Stefania Sandrelli, malattia figlia Amanda: all’inizio lei era all’oscuro

Stefania Sandrelli

Stefania Sandrelli, la verità su “La Chiave”: «Scandaloso?Girarlo è stato liberatorio»

Alla domanda «Crede all’amore eterno?», Stefania Sandrelli ha risposto: «Ci credo, ma non è che succeda spesso. Io ho avuto molti amori e tutte le volte avrei voluto che continuasse per sempre. Poi purtroppo la vita è complicata, e anche le persone». Cosa non sopporta in amore? «A volte mi sdegno per piccole cose, come fanno i gatti. Sa quando all’improvviso ti evitano e non si fanno più accarezzare? Ma quello che davvero non accetto è il tradimento. Vabbè l’ho fatto anch’io, ma sempre in buona fede. In quel momento ero innamorata», ha detto il volto noto. 

Stefania Sandrelli

«Il mio film preferito è “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli. Ma anche “Divorzio all’italiana” e “Sedotta e abbandonata” di Pietro Germi sono due gioielli»

Nel corso dell’intervista a “Tv Sorrisi e Canzoni” Stefania Sandrelli ha svelato i film del suo cuore: «Il mio preferito è “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli. Ma anche “Divorzio all’italiana” e “Sedotta e abbandonata” di Pietro Germi sono due gioielli. Secondo me, eh!». E per il regista de “Il Ferroviere” l’attrice ha speso parole stupende: «Pietro Germi era simpaticissimo: dietro la cinepresa rideva, piangeva, cantava. Mi ha insegnato la passione per il lavoro. Era anche pieno di tic, poverino. Cercava di contenerli massacrando il sigaro». Qualche parola anche su“La chiave”, che diede “scandalo”: «Per me è un film femminista. La protagonista si ribella a chi la vuole oggetto delle sue fantasie maschili, e invece segue le proprie. Girarlo è stato liberatorio», ha ammesso la diva. Leggi anche l’articolo —> Stefania Sandrelli su Gino Paoli: «Mi dicevano che era brutto, ma quando faceva lo spogliarello…»

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Chi è Syria: vita privata e carriera della cantante italiana

Francesco Baccini

Chi è Francesco Baccini, vita privata e carriera: tutto sul noto cantautore