in

Milano, 90enne strangolata dal marito: era malata di Alzheimer

Una donna di 90 anni è stata strangolata dal marito nell’abitazione in cui vivevano alle porte di Milano: è successo questa mattina, venerdì 15 gennaio 2021, alle prime luci dell’alba. Nell’appartamento di via Risorgimento 89, a Sesto San Giovanni, erano da poco passate le 6 quando l’uomo si è reso protagonista del folle gesto. Dopo aver ucciso la moglie, è stato lui stesso a chiamare la figlia che ha avvertito, a sua volta, il personale del 118.

Leggi anche >> Caso Yara Massimo Bossetti, la Cassazione accoglie il ricorso della difesa: novità sull’accesso ai reperti

Strangolata a Milano

Strangolata a Milano, 90enne uccisa dal marito: il movente legato alla malattia della donna

Ancora da chiarire le ragioni che hanno spinto l’uomo, un pensionato di 88 anni, a strangolare la moglie. Stando alle prime informazioni, i motivi dell’omicidio potrebbero essere riconducibili a situazioni di disagio e di malattia. La donna soffriva infatti di un brutto male. Una prima ricostruzione dei militari di Sesto, la cui Radiomobile è subito intervenuta sul posto, riporterebbe il movente del gesto ad una lite scaturita per motivi legati alla malattia di cui soffriva la vittima. La 90enne era da tempo affetta da Alzheimer.

Strangolata a Milano

Inutili i soccorsi: l’uomo condotto in caserma dai carabinieri

È stata la telefonata dell’uomo alla figlia a mobilitare i soccorsi. Giunti sul posto dopo l’allarme insieme ai militari, i soccorritori del 118 hanno tentato invano di rianimare l’anziana. Nulla però è stato possibile se non costatarne il decesso. L’88enne è stato quindi condotto in caserma. In atto le indagini dei carabinieri. >> Silvio Berlusconi sta bene: «Non sono preoccupato per le mie condizioni di salute»

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Francesca Romano

James Naismith

James Naismith, Google celebra l’inventore del basket: la vera storia

Crisi di governo, Renzi: “Se ci sono i responsabili voteremo no alla fiducia”