in

Tastiera computer, a cosa servono i trattini in rilievo sotto le lettere “F” e “J”?

Vi siete mai chiesti il perché di quei segni orizzontali in rilievo sotto le lettere ‘F’ e ‘J’ della tastiera del computer? Che funzione hanno? Quasi sicuramente adesso starete guardando la keyboard del vostro pc per rendervi conto che davvero è così. Non si tratta di una caratteristica causale, quei trattini hanno una funzione ben precisa: servono alle dattilografe, agevolano i non vedenti, ma non solo. Eccoci pronti a soddisfare una curiosità legata ad uno strumento entrato prepotentemente nella nostra vita quotidiana e diventato fondamentale ancor di più durante il periodo del lockdown, che ci ha costretti a limitare i contatti sociali. 

leggi anche –> Bagni pubblici, ecco perché le porte non arrivano a terra

tastiera computer

Tastiera computer, a cosa servono i trattini in rilievo sotto le lettere “F” e “J”?

Le tastiere del computer sono tutte uguali: l’ordine dei tasti è sempre quello, sia che stiate usando un Mac, uno smartphone o un tablet. Quest’assetto, definito QWERTY a causa della sequenza da sinistra verso destra della prima riga di lettere, è nato per semplificare la vita a chi era costretto a lavorare con le prime macchine da scrivere. Un’altra peculiarità, meno vistosa, che accomuna le tastiere di tutto il mondo sta nella riga centrale della keyboard: in corrispondenza dei tasti della F e della J ci sono, infatti, delle piccole righe in rilievo. Qual è il loro ruolo? Cosa giustifica quei segni marcati? Oltre che ai non vedenti, esse sono utili anche a chi utilizza il computer per lavoro, come giornalisti, segretarie, programmatori. Eh già, perché scrivere senza guardare non è solamente un’abitudine, ma un modo per velocizzare il proprio lavoro. I segni sotto le lettere “F” e “J” non sono dunque casuali, ma sono stati inventati appositamente da June E. Botich, che lo ha fatto proprio per migliorare l’esperienza tattile di chi usa tutti i giorni la tastiera. Un escamotage per permettere loro di localizzare i tasti giusti senza abbassare lo sguardo dallo schermo del dispositivo elettronico. 

tastiera computer

Il motivo non riguarda solo i non vedenti

La memoria visiva è un significativo aiuto per consentire a chi lavora col computer di ricordare la disposizione delle lettere sulla tastiera. Ma per fornire al cervello dei punti di riferimento si è pensato di impiegare quei trattini in corrispondenza della ‘F’ e della ‘J’. Quando avrete le due mani sulla tastiera la mano sinistra coprirà le lettere “A”, “S”, “D” e “F”; invece la mano destra toccherà le lettere “L”, “K” e “J”. I pollici sempre sulla barra spaziatrice: allo stesso modo l’indice sinistro sarà sempre sulla F e quello destro sulla J. Così è per tutti, ed è più agevole scrivere. leggi anche l’articolo —> Perché nelle conchiglie si sente il rumore del mare?

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

baby k e chiara ferragni

Baby K e Chiara Ferragni insieme per Pantene e un nuovo singolo: “Non mi basti più” hit estiva 2020

maddie mccann morta

Maddie McCann «venduta a una rete di pedofili», nuova pista: orrore si aggiunge ad orrore