in

Trump ci casca di nuovo: «Covid meno letale dell’influenza», Facebook però cancella il post

Donald ​Trump ci ricasca. Con un post su Twitter e su Facebook il presidente Usa ha esortato di nuovo gli Americani a non lasciarsi condizionare troppo dal virus«Covid meno letale dell’influenza, impariamo a conviverci». Tornando alla Casa Bianca dopo il ricovero, Trump si è fatto riprendere dai fotografi, mentre si toglieva la mascherina. Un gesto alquanto emblematico. Le immagini sono state postate poi sui social dallo sfidante suo alle prossime elezioni: Joe Biden.

leggi anche l’articolo —> Andrea De Carlo “Il teatro dei sogni” in libreria: «Il Covid lascerà lunghe tracce nella nostra vita»

Donald Trump covid

Trump Covid meno letale dell’influenza, Facebook però cancella il post

A qualche ora dal suo rientro alla Casa Bianca, dopo ben tre giorni in ospedale a causa del Coronavirus, il presidente Usa ha scritto un tweet. «La stagione dell’influenza sta arrivando. Molte persone ogni anno, qualche volta oltre centomila, e nonostante il vaccino, muoiono per l’influenza. Stiamo chiudendo il nostro Paese? No, abbiamo imparato a conviverci. Zome stiamo imparando a fare con il Covid, che nella maggior parte delle popolazione è molto meno letale», si legge nel post. Poco dopo Facebook ha voluto rimuoverlo. Il portavoce del gigante dei social media Andy Stone ha spiegato che il messaggio è stato tolto perché in violazione delle regole imposte per limitare la disinformazione sul Covid. Invece Twitter non è intervenuto a rimuovere il cinguettio, ma ha segnalato che esso “ha violato le norme di Twitter relative alla diffusione di informazioni fuorvianti e potenzialmente pericolose in relazione al Covid 19”.

Donald Trump covid

Non è la prima volta che il presidente Usa paragona il Coronavirus all’influenza

Donald Trump e il Covid. La Cnn ha subito cercato di correre ai ripari, pubblicando un fact checking per smentire le affermazioni del presidente, evidenziando che le vittime del Coronavirus negli Usa sono state 210mila persone. Un numero superiore a quello degli americani morti a causa dell’influenza negli ultimi cinque anni. Parliamo di ben 178mila decessi.

Trump non è nuovo al paragone tra Coronavirus e influenza. Il 27 febbraio scorso, nelle fasi iniziali della pandemia, aveva bollato il Covid come semplice influenza, prevedendo in quell’occasione «che, un giorno come per miracolo, scomparirà». «Lo scorso anno 37mila americani sono morti per la normale influenza, niente è stato chiuso, la vita e l’economia va avanti», sottolineava sempre Trump il 9 marzo. Leggi anche l’articolo —> Trump ricoverato in ospedale: come sta il presidente Usa

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Andrea de carlo

Andrea De Carlo “Il teatro dei sogni” in libreria: «Il Covid lascerà lunghe tracce nella nostra vita»

Antonio Logli Roberta Ragusa Sara Calzolaio

Sara Calzolaio minacciata e insultata via social dopo l’annuncio delle nozze con Logli