in

Italia verso il vaccino Covid obbligatorio? Ecco cosa rischia chi lo rifiuta

Vaccino Covid obbligatorio in Italia? – Lunedì 15 marzo 2021. Mentre prosegue la campagna vaccinale, non pochi continuano ad alimentare il dibattito sull’obbligatorietà del siero anti Covid sul posto di lavoro. Una questione diventata ancora più spinosa dopo il focolaio scoppiato al Policlinico San Martino di Genova, determinato con ogni probabilità da un’infermiera che aveva rifiutato il vaccino. Il bilancio di 13 persone positive (11 pazienti e 2 infermieri). Il reparto interessato è quello di Malattie respiratorie e Allergologia, al primo piano del padiglione Maragliano. Che di fatto è una clinica, che nelle intenzioni dell’ospedale, avrebbe dovuto restare “pulita”.

leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 21.315 nuovi casi e 264 morti, eseguiti 100mila tamponi in meno

vaccino covid obbligatorio

Italia verso il vaccino Covid obbligatorio? Ecco cosa rischia chi lo rifiuta

Il direttore generale Salvatore Giuffrida ha spiegato che nulla si può fare al momento per non incappare in casi simili: «Dopo che l’infermiera è risultata positiva, abbiamo trovato il virus anche nei degenti. Ora potremmo dover essere costretti a trasformarlo in reparto Covid, andando in sofferenza di posti letto Covid-free». E ancora: «Purtroppo abbiamo le armi spuntate. Non possiamo imporre la dose agli infermieri, né adottare provvedimenti disciplinari contro chi la rifiuta. Nessuno si vuol prendere questa responsabilità». 

Ad essersi interessato alla vicenda il presidente della Liguria, Giovanni Toti, che ha annunciato di voler introdurre, con legge regionale, l’obbligo di vaccinazione per i lavoratori della sanità. «Ho dato mandato ai miei uffici di valutare la possibilità di intervenire per obbligare questa categoria a vaccinarsi. Chi fa questo lavoro e rifiuta di proteggere se stesso con il vaccino non protegge i pazienti di cui dovrebbe prendersi cura. E questo è inaccettabile», ha detto Toti. E come scrive Paolo Frosina su “Il Fatto Quotidiano” si tratta di un problema di competenza: “Un trattamento sanitario obbligatorio, infatti, può essere disposto solo da una legge dello Stato”. 

vaccino covid obbligatorio

La posizione del presidente della Liguria Giovanni Toti

Stamani il presidente della Liguria Giovanni Toti è tornato sulla questione, intervenendo a “Radio Capital”: «Intorno al 15% del personale sanitario in Liguria ha rifiutato il vaccino, non sono pochi, se si pensa che lavorano a contatto con pazienti fragili». Ad un passo dunque dall’introduzione di una legge regionale che obblighi in un certo senso i sanitari a vaccinarsi? Tutti i costituzionalisti bocciano tale scelta. Per Toti si potrebbe spostare chi non vuole vaccinarsi a ruoli meno delicati, così da non mettere a rischio la salute altrui. Seguendo la linea tracciata dalla Puglia: la Regione ha adottato un provvedimento (finora non impugnato da Roma) che vieta agli operatori non vaccinati l’accesso ad alcuni reparti “a rischio”. «O uno se fa certi ruoli è obbligato a vaccinarsi per proteggere gli altri che vengono in contatto con lui, oppure ci sia la possibilità di non utilizzarli in determinati ruoli senza che questo faccia scattare una discriminazione sul posto di lavoro», ha spiegato il governatore della Liguria Toti.

vaccino covid obbligatorio

Vaccino Covid obbligatorio? Il piano di Figliuolo: «Potremo fare fuoco con tutte le polverie e chiuderemo la partita»

Dichiarazioni arrivate all’indomani dell’intervento del generale Figliuolo a “Che tempo che fa”: «Useremo il mese di marzo per fare riscaldamento, poi da aprile in modo graduale dopo la seconda decade dobbiamo arrivare a 500mila vaccinazioni al giorno. Ci sono regioni che hanno già oggi potenzialità di 100 o 150 mila, dobbiamo portare un bilanciamento sulle altre e andro’ di persona a vedere. Serve un controllo accentrato». «Tutto sta all’arrivo dei vaccini. Ora il piano è cadenzato su età e fragilità, ma ci sarà un momento di vaccinazione di massa. Potremo fare fuoco con tutte le polverie e chiuderemo la partita», ha chiarito Figliuolo. Tra le Faq del Governo ricordiamo che in merito all’obbligatorietà del vaccino c’è scritto: «Al momento non è intenzione del Governo disporre l’obbligatorietà della vaccinazione. Nel corso della campagna sarà valutato il tasso di adesione dei cittadini». Leggi anche l’articolo —> Vaccino Sputnik 5 quando arriva in Italia? «Efficacia al 91,6%», cosa sappiamo

Daniela Martani età

Chi è Daniela Martani, l’ex gieffina protagonista di tante polemiche e contestazioni

“Salvini sciacallo, sotto effetto del mojito”, il Tribunale assolve Ilaria Cucchi: ‘diritto di critica’