in

Tokyo 2020, medaglia anche nella ginnastica artistica: l’argento di Vanessa Ferrari nel corpo libero

La 30enne Vanessa Ferrari si è guadagnata un posto sul podio alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La ragazza ha vinto l’argento nel corpo libero. Sulle note di “Con te partirò” di Andrea Bocelli, l’atleta azzurra si è esibita, precisa e decisa, in una incantevole coreografia.

Vanessa Ferrari Olimpiadi

Vanessa Ferrari Olimpiadi di Tokyo 2020

La ragazza ha vinto l’argento nel corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con un punteggio di 14.200. Solo l’americana Jade Carey ha preso più punti di lei, guadagnandosi l’oro. Il terzo posto va alla giapponese Murakami e alla russa Melnikova. Per Vanessa questa è la quarta olimpiade. Aveva eseguito delle ottime performance a Rio nel 2016 e a Londra nel 2012: tuttavia in entrambi giochi aveva sfiorato il podio con due quarti posti. Quindi questa Olimpiade per lei è stata una vera e proprio rivincita. La Ferrari si è esibita in una performance di livello eccezionale sulle note di “Con te partirò”. E con la modestia che la contraddistingue aveva dichiarato prima della gara: “La mia strategia è fare al meglio quello che so fare, niente di più, niente di meno”.

ARTICOLO | Jacobs è il più veloce di tutti, medaglia d’oro nei 100 metri: la telefonata di Draghi [VIDEO]

ARTICOLO | Jacobs e Tamberi, l’abbraccio in pista unisce l’Italia: gli azzurri avvolti nel tricolore

Vanessa Ferrari carriera

Il suo talento è emerso per la prima volta già nel 2005. Nella sua brillante carriera, vanta un argento, tre bronzi mondiali, otto medaglie ai Campionati europei tra il 2006 e il 2019, cinque vittorie in Coppa del Mondo tra il 2007 e il 2019 e 8 ori in due edizioni dei Giochi del Mediterraneo. La ginnasta, inoltre, ha preso parte a quattro edizioni dei giochi olimpici. Vanessa ha riscritto la storia della disciplina: riesce a vincere la prima medaglia olimpica italiana nella ginnastica da Amsterdam 1928.

La ragazza durante la sua strabiliante carriera ha anche dovuto affrontare diversi importuni. Il più grave di tutti risale al 2017, quando Vanessa ha fatto i conti con la rottura del legamenti. Ha subito ben cinque interventi chirurgici tra cui la rottura del tendine d’Achille, e infine il Covid che l’ha colpita a marzo di quest’anno. Con questa vittoria la campionessa ha preso la sua rivincita e ha dimostrato di essere una grande atleta.>>Tutte le notizie

Esplode la voglia di abbigliamento da lavoro anche nello smart working

Piacenza incidente

Piacenza, coppia in Vespa travolta da un’auto sulla provinciale: i due giovani morti sul colpo