in

La gioia della vittoria: impazziscono i tifosi nelle piazze italiane

Per la finale degli Europei tra Italia e Inghilterra di ieri sera, 11 luglio 2021, le forze dell’ordine hanno potenziato i controlli nella maggior parte delle città italiane. Con striscioni dedicati all’Italia, magliette azzurre, cappelli, bandiere e parrucche, tutte rigorosamente tricolore, i tifosi hanno invaso le piazze e le strade dei centri storici. Gli italiani hanno festeggiato la vittoria agli Europei 2020, una follia collettiva: clacson, trombette e mega assembramenti hanno invaso tutte le città prese letteralmente d’assalto.

vittoria europei 2020

tifosi nelle piazze italiane (da Repubblica.it)

Vittoria europei 2020 festa tutta la notte: città prese d’assalto

E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia collettiva. Un frastuono ha invaso tutte le città italiane: trombette da stadio fischi e clacson hanno continuato per tutta la notte. In molte piazze i tifosi hanno seguito la partita dai maxi schermi allestiti per l’occasione. Roma è letteralmente impazzita. Soprattutto in Piazza del Popolo, dove alcuni hanno potuto assistere al match in uno dei 2500 posti prenotabili. La polizia ha posto delle transenne in zona Campo de’ Fiori, piazza di Spagna e Fontana di Trevi. Nel dopo partita, gli italiani sono impazziti di gioia e hanno dato il via d una notte di festeggiamenti.

Anche Napoli non ha rinunciato al dopo partita: fuochi d’artificio, botti e caroselli d’auto come a Capodanno. In giro auto con le bandiere dell’Italia fuori dai finestrini. E in tutto questo il Covid ormai è rimasto solo un ricordo: nessuna mascherina e mega assembramenti hanno invaso tutte le città italiane. In molte città la prudenza e la paura di assembramenti ha suggerito di non installare i maxi-schermi, come inizialmente previsto. Ad esempio a Milano nessuna proiezione in piazza proprio per evitare i rischi di contagio. Ma nonostante ciò gli italiani hanno festeggiato ugualmente all’Arena Milano Est, in zona Lambrate e nel giardino della Triennale. Stessa scene anche a Venezia, Padova, Trieste, Palermo, Cagliari, Sassari e altrove, ma non c’è stata città in cui i tifosi non siano scesi in piazza o a cantare fuori dai balconi.

ARTICOLO | Italia campione: l’abbraccio tra Vialli e Mancini è l’emblema della vittoria

ARTICOLO | Bjorn Kuipers, l’arbitro più ricco del mondo: chi è il fischietto di Italia-Inghilterra

europei 2020 vialli

vittoria europei 2020 (da sputniknews.com)

Vittoria europei 2020: i festeggiamenti

Nonostante le raccomandazioni ad usare la mascherina e ad evitare gli assembramenti, gli italiani hanno ignorato ogni raccomandazione e hanno festeggiato la vittoria agli Europei 2020. In luoghi pubblici all’aperto, sui lidi, nei bar, spesso sotto lo sguardo delle forze dell’ordine, gli italiani sono esplosi di gioia e hanno fatto baldoria tutta la notte. Non sono mancati di certo i disagi. C’è chi ha preferito cantare e esporre la bandiera italiana dal balcone, ma anche chi ha lanciato fuochi d’artificio. A Milano, il 118 ha avuto il suo bel da fare: 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo. Si tratta di tre ventenni ricoverati d’urgenza, due dei quali in codice rosso per lesioni varie tra cui quelle da bombe carta.>>Tutte le notizie

 

 

europei 2020 vialli

Italia campione: l’abbraccio tra Vialli e Mancini è l’emblema della vittoria

variante delta focolai

Covid, preoccupa la variante Delta: le regioni che rischiano la zona gialla