in

Vittoria Puccini e quel disturbo emerso per il troppo stress: l’attrice devastata da gravi lutti

“La fuggitiva” torna stasera in tv alle 21.25 per la terza puntata. La protagonista è lei, Vittoria Puccini, che tenterà il tutto per tutto per riabbracciare il suo bambino. Un thriller cucito su misura per l’interprete di serie di successo come “Elisa di Rivombrosa”. Un’attrice che piano piano si è fatta largo nel mondo dello spettacolo, entrando nel cuore del grande pubblico. Eppure non è stato semplice per lei diventare un’attrice, come pure fare i conti con la popolarità arrivata all’improvviso: l’ex di Alessandro Preziosi ne ha parlato in un’intervista.

leggi anche l’articolo —> Alessandro Preziosi e il mistero della nuova fidanzata: chi è Costanza

vittoria Puccini

Vittoria Puccini e quel disturbo emerso per il troppo stress: l’attrice devastata da gravi lutti

Vittoria Puccini in una recente intervista rilasciata a “F”, ha voluto aprire una finestra su un periodo doloroso del suo passato. Un momento davvero difficile, di forte stress emotivo. Il tanto lavoro ha avuto delle ripercussioni anche sul fisico dell’attrice: «Ho sempre vissuto con l’ansia da prestazione. Nonostante i miei non fossero per niente esigenti», ha confidato la 39enne fiorentina. Crescendo, l’ansia è scemata, ma il carico di occupazioni eccessive, ha fatto riemergere i suoi disturbi. Il culmine ai tempi in cui la Puccini era impegnata sul set di “C’era una volta la città dei matti”, miniserie televisiva italiana del 2010, diretta da Marco Turco. «É accaduto dopo aver interpretato una ragazzina borderline nella miniserie. Il giorno dopo ero già sul set di Baciami ancora. Evidentemente non avevo avuto il tempo di smaltire la tensione fisica. La notte balzavo dal letto e mi si fermava il respiro», ha spiegato la Puccini, alludendo ai ripetuti attacchi di panico.

Vittoria Puccini

«Mia madre è morta di cancro quando aveva solo 59 anni»

Tra gli eventi più tristi della sua vita la morte della madre, scomparsa molto giovane per un brutto male. A “Vanity Fair” Vittoria Puccini ha confessato: «Mia madre è morta di cancro quando aveva solo 59 anni». Per questo lei ci tiene molto alla prevenzione e a sensibilizzare le persone a fare dei controlli continui. È successo nel 2011, quando lei era alla Mostra del Cinema di Venezia. Un dolore ripetuto qualche tempo dopo con il decesso della sua agente Graziella Bonacchi. Anche lei, punto di riferimento importante per l’attrice, è stata stroncata dal tumore: «È stata una seconda mamma, l’unica davvero capace di rimettermi in piedi quando persi la mia. Ero nel buio più nero. Mi disse: “Non puoi fermare anche la tua vita, Vittoria. Lei non lo vorrebbe». Leggi anche l’articolo —> Vittoria Puccini: età, altezza, peso, carriera e vita privata della nota attrice

 

grillo difende figlio accusato stupro

Grillo in difesa del figlio accusato di stupro: “Non è vero, arrestate me”

cambio colore regioni

Covid oggi 8.864 nuovi casi ma con soli 147mila tamponi, calano ancora i ricoverati in intensiva