in

Chi è Manuel Bortuzzo, vita privata e carriera: tutto sul nuotatore italiano

Manuel Bortuzzo questa sera, 3 Giugno 2021, sarà il protagonista della storia raccontata nel film “Ultima gara”, in onda su Canale 5 a partire dalle 21.25. La vita del giovane nuotatore è cambiata per sempre il 3 febbraio 2019. Manuel sognava le Olimpiadi per il nuoto ed invece è rimasto vittima di una sparatoria che lo ha lasciato paralizzato. Bortuzzo non si è mai arreso e continua a lottare per i suoi sogni. In attesa di vederlo sul piccolo schermo scopriamo qualcosa in più sia sulla sua vita privata che pubblica. Quanti anni ha? È fidanzato? Com’è nata la sua passione per il nuoto? Ecco tutte le risposte a queste domande e tante altre curiosità.

Chi è Manuel Bortuzzo? La sua vita privata

Manuel Mateo Bortuzzo è nato a Trieste nel 1999. Ha 22 anni, è alto 189 cm e non si hanno informazioni sul suo peso. Inoltre, non si può stabile con certezza neanche il suo segno zodiacale poiché non si conosce la data completa del suo compleanno. Il nuotatore è cresciuto a Treviso, e si è formato sotto l’ala di Christian Galenda, che lo ha allenato nelle vasche del centro sportivo di Castelporziano. Dal Veneto, l’atleta è partito alla volta di Ostia per inseguire il suo sogno, in ottica olimpionica. Un sogno che si è infranto però a causa dell’agguato del 3 febbraio 2019. Con lui durante quella interminabile notte c’era la sua ex ragazza, Martina Rossi. Ora, una volta archiviata la storia con Martina, Manuel è di nuovo felicemente fidanzato con Federica Pizzi. Infine, il ragazzo ha anche un profilo Instagram ufficiale (@manuelmateo_).

ARTICOLO | Manuel Bortuzzo sentenza, condannati a 16 anni colpevoli: «16 o 20 anni non mi ridaranno le gambe»
ARTICOLO | Manuel Bortuzzo, con Raoul Bova sul set del nuovo film a lui ispirato

La sua carriera nel mondo del nuoto

Manuel Bortuzzo ha sempre amato lo sport e in modo particolare il nuoto. Si è formato sotto l’ala di Christian Galenda, che lo ha allenato nelle vasche del centro sportivo di Castelporziano. Dal Veneto, l’atleta poi è partito alla volta di Ostia per inseguire il suo sogno, in ottica olimpionica. Un sogno purtroppo sfumato dopo l’agguanto che lo ha portato alla sedia a rotelle. Prima della tragedia, Manuel aveva deciso di specializzarsi nei 400 metri, dopo il primato dei 18 anni che lo aveva visto toccare i 3″47. Sognava anche i 1.500 ai campionati assoluti. Infine, il ragazzo ha scritto anche un libro dal titolo Rinascere, che è diventato il film “Ultima gara” con Raoul Bova e i campioni azzurri. La sua storia andrà in onda stasera, 3 Giugno 2021, su Canale 5. >> Altri Gossip

bonus famiglie

Quali sono i bonus per le famiglie con figli da richiedere in attesa dell’assegno unico

massimo-bossetti-distrutto-dna-denuncia-avvocati

Massimo Bossetti, respinte tutte le istanze della difesa: i reperti di indagine non saranno analizzati