in

Zona rossa a Pasqua, le regole in tutta Italia: sì alle visite a parenti e amici

Dopo un anno dal primo lockdown generale applicato in Italia per contrastare il diffondersi della pandemia da coronavirus, il Paese deve affrontare per la seconda volta le feste di Pasqua in zona rossa. Cosa si potrà fare durante il periodo pasquale, ovvero dal 3 al 5 Aprile 2021? Quali sono le regole stabilite dal nuovo governo Draghi per cercare di evitare gli assembramenti? Vediamo insieme come ci si dovrà comportare durante la zona rossa a Pasqua e quali sono le nuove regole da seguire. Purtroppo questo ulteriore sforzo chiesto agli italiani servirà sia per contrastare il diffondersi della pandemia sia per accelerare le vaccinazioni su tutto il Paese.

Zona rossa a Pasqua

Zona rossa a Pasqua: le regole in tutta Italia

Gli italiani, per il secondo anno consecutivo, trascorreranno le feste di Pasqua in zona rossa. Come sarà la seconda Pasqua ai tempi del Covid? Blindata come quella 2020. Per quanto riguarda la tematica degli spostamenti, Pasqua sarà infatti come Natale e questo sta a significare un piccolo allentamento delle restrizioni. Nelle giornate del 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà possibile visitare parenti o amici, con delle limitazioni. Sarà infatti ammesso effettuare non più di una visita al giorno, spostandosi all’interno della regione in non più di due persone. I ristoranti saranno chiusi e potranno lavorare solo d’asporto. Il Governo poi ha deciso di dare anche il via libera agli spostamenti per chi vuole raggiungere le seconde case. Per quanto riguarda il giorno di Pasquetta, sono vietate ogni tipo di gite fuori porta. Per il secondo anno consecutivo gli italiani dovranno rinunciare al classino picnic all’aria aperta.

ARTICOLO | Nuovo Decreto Covid, le regole in Italia dopo le feste di Pasqua: solo zone rosse o arancioni
ARTICOLO | Emilia-Romagna, iniziano le vaccinazioni nella fascia 70-74 anni: come prenotare

autocertificazione covid 2

Le funzioni religiose e i viaggi all’estero

Le chiese resteranno regolarmente aperte per poter celebrare le varie ricorrenze pasquali e la veglia del Sabato Santo sarà anticipata per rispettare il coprifuoco. È fortemente raccomandato di scegliere la chiesa più vicina. Per raggiungerla ci sono delle regole da seguire per poter viaggiare in auto in sicurezza. In macchina si potranno trasportare al massimo due non conviventi che dovranno sedersi dietro e indossare la mascherina. Infine, per quanto riguarda i viaggi all’estero ci si potrà  spostare seguendo sempre il protocollo dell’autodichiarazione e del test molecolare o genico all’arrivo o al rientro. >> Altre News

pesce d'aprile

Pesce d’Aprile, gli scherzi meglio riusciti di sempre

Covid Veneto Zaia

Covid, Zaia: “Stop alle vaccinazioni”, cosa sta succedendo in Veneto